Screaming Frog: lo spider SEO dalle incredibili funzionalità

Screaming Frog: lo spider SEO dalle incredibili funzionalità

Screaming Frog è uno strumento che ogni esperto di SEO o copywriter usa quotidianamente. La sua forza applicativa risiede nell’essere in grado di eseguire una scansione totale del sito, parliamo sia di un controllo tecnico completo per diagnosticare problemi tecnici SEO o solo di un controllo curioso di un sito concorrente. Una delle funzionalità più note di Screaming Frog è infatti proprio il suo utilizzo per attività come analisi e sensibilizzazione della concorrenza.

Già da questa premessa appare chiaro quanto sia versatile da riuscire offrire un ausilio in una moltitudine di modi diversi a chi gestisce uno o più siti.

Ecco une elenco assolutamente non esaustivo ma indicativo di alcune funzionalità di Screaming Frog e alcuni esempi di come possono essere usate per trarne il massimo.

Metriche di backlink

Sia che tu stia guardando un potenziale cliente, un cliente attuale, un concorrente o un tuo sito personale, controllare i backlink di un sito è una cosa estremamente preziosa da fare.

È possibile identificare se un sito ha molti collegamenti di bassa qualità che potrebbero richiedere l’eliminazione, e si possono identificare collegamenti di alta qualità che sono già stati creati. Questa è un’ottima informazione se stai guardando una selezione di concorrenti, stai valutando un nuovo cliente o anche se sei nel mercato per acquisire un sito – sapere la qualità dei backlink con cui stai lavorando o quelli dei competitor è la chiave.

A partire dall’aggiornamento 8.0 a Screaming Frog, è stata aggiunta la possibilità di integrare diversi strumenti, tra cui Google Analytics, Ahrefs e Majestic. Per integrarli, li troverai sul lato destro nella scheda API: prendi il tuo codice API e connetti gli account a Screaming Frog. Quando si tratta di analisi di backlink, Majestic sarà lo strumento da utilizzare.

Una scansione del sito genererà delle informazioni le quali, una volta scansionate, saranno disponibili nella scheda Metriche dei collegamenti.

È anche possibile esaminare i collegamenti interni ed esterni, identificando il modo in cui queste pagine sono collegate internamente e dove si collegano, osservando anche le anchor text utilizzate per questi collegamenti. Se uno dei siti dei tuoi clienti ha un blog che ha raccolto backlink ma non è particolarmente ben collegato o non si collega a pagine pertinenti sul tuo sito, hai una efficiente opportunità per migliorarlo.

Analisi dei backlink interni

Questa funzionalità analizza la struttura dei collegamenti interni di un sito. I backlink interni sono collegamenti che vanno da una pagina in un sito a una pagina diversa nello stesso dominio. Sono comunemente utilizzati nella navigazione principale del sito, nonché in più collegamenti contestuali sparsi in tutto il sito. Sono estremamente importanti in quanto aiutano sia i motori di ricerca che gli utenti a navigare nel sito stabilendo la gerarchia e distribuendo equità di collegamenti in tutto il sito.

Un modo in cui si possono valutare i collegamenti interni con Screaming Frog è nella scheda interna principale, con alcune aree chiave: collegamenti, collegamenti esterni e profondità di scansione: Inlinks dirà quanti link interni stanno attraversando una pagina, Outlinks indica quante pagine vengono collegate a quella specifica pagina, e profondità di scansione consente anche di sapere quante pagine / collegamenti ci sono voluti dal punto di partenza per trovare quell’URL.

È possibile utilizzare queste informazioni per identificare le pagine che non sono particolarmente ben collegate internamente e renderle performanti.

Allo stesso modo, le informazioni sulla profondità di scansione possono anche aiutare a identificare le pagine che sono difficili da trovare per i motori di ricerca. Se un URL ha un numero di profondità di scansione eccezionalmente elevato, il suo posto all’interno dell’architettura del sito dovrebbe essere riprogrammato, con ulteriori collegamenti interni puntati verso di esso per facilitare la ricerca.

Configurazioni Personalizzate

Un’altra caratteristica che è peculiare a Screaming Frog è la possibilità di creare configurazioni personalizzate.

Fino a poco tempo fa, per saltare tra due ricerche di indicizzazione di due siti diversi, era necessario aggiungere di nuovo le impostazioni di configurazione scelte ogni volta, un processo lento e macchinoso che può portare addirittura problemi al sito stesso. In particolare nel caso di sito particolarmente problematici da sottoporre a scansione, questo gap viene acuito: se non si utilizzano set specifici di impostazioni di velocità, i siti possono essere compromessi definitivamente.

Screaming Frog risolve questo problema. Tutto ciò che bisogna fare per salvare una configurazione personalizzata è: andare su File> Configurazione> Salva con nome. Se ne possono creare un numero illimitato e persino condividerli con altri utenti.

Anche l’opzione “cancella configurazione predefinita” è estremamente utile, poiché ripristina completamente la configurazione corrente, consentendo di avere una nuova strategia per una nuova ricerca per indicizzazione.